DIZIONARIO



Nominazione

Nominazione. Def. Con il termine di nominazione si intende il procedimento verbale mediante il quale il conversante designa, precisa, distingue, circoscrive, rende esplicito un oggetto nel discorso dell’interlocutore, mediante un nome, nel senso di un si[..]

Leggi tutto

Interpretazione

Interpretazione. Def. Con il termine di interpretazione intendiamo l’azione verbale con la quale il terapeuta attribuisce, alle espressione del linguaggio abituale, significati differenti rispetto a quelli letterali, secondo qualche criterio. Come quando[..]

Leggi tutto

Figure logiche del tempo. Restituzione delle -

Figure logiche del tempo. Restituzione delle - . Def. Con il termine di restituzione delle figure logiche del tempo indichiamo i segmenti verbali nei quali il terapeuta restituisce all’interlocutore parole che racchiudono la forma logica del tempo alla q[..]

Leggi tutto


Tecniche conversazionali in un caso virtuale:il forum, di Carla Canestrari

Tecniche conversazionali in un caso virtuale:il forum   Carla Canestrari Introduzione In questo lavoro mi propongo di mettere in luce le modalità comunicative impiegate dai partecipanti a un forum. In tal modo, è possibile fornire una bussola per valutare la tipologia di comunicazione impiegata.L’analisi è stata svolta su un campione composto da cinque turni verbali prodotti da quattro parlanti che r[..] segue


Zeugma

Zeugma – Def. Figura retorica classificata nelle figure di parola per soppressione, e consistente nel far dipendere da un unico verbo due costrutti, uno solo dei quali pertinente.Il termine, dal greco zeugma, “aggiogamento”, “ciò che serve a unire”, “congiuntura”, derivato da zeugnymi, “metto al giogo”, ha un sinonimo nel termine “sillepsi” (syllepsis), “il prendere in[..] segue


Incentivi conversazionali

Incentivi conversazionali. Con il termine di incentivo conversazionale si intende in una conversazione, assimilata a un bilateral verbal trade, a un commercio bilaterale di parola, qualsiasi azione del terapeuta o del paziente volta a far riprendere lo scambio di parole inceppato o difficoltoso ovvero infelice. Prendiamo, come esempio, la prima conversazione di Caterina del 26.03.09. Dopo aver drammaticamente esordito affermando di essere inaffid[..] segue


Segnali discorsivi (Discourse signals)

Segnali discorsivi - Def. I segnali discorsivi sono quelle parole o espressioni, tipiche del linguaggio parlato, che vengono inserite dal parlante all’inizio, a metà o alla fine dell’unità di discorso considerata. Sono generalmente ripetitivi e possono sconfinare nella classe dei tics verbali. Appartengono a categorie morfologiche di ogni genere (“ma”, “eh”, “praticamente”, “guar[..] segue


Relazione di negoziazione

Relazione di negoziazione. Def. Con il termine di relazione di negoziazione si definisce il rapporto intercorrente tra due conversanti che si pongono l’obiettivo di ottenere, nella conversazione, il massimo dei beni di parola dal proprio interlocutore-controparte, spendendo il meno possibile, sempre in termini di beni di parola. A differenza di quanto accade nella relazione di mediazione (cfr.), scopo principale di una relazione negoziale &[..] segue


Incentivi virtuosi e incentivi perversi

Incentivi virtuosi e incentivi perversi. Def. Gli incentivi sono beni di parola lanciati dal trader venditore nel tentativo di trasformare un mercato che va male, bad trade, in un mercato che va bene, fair trade, in particolare un mercato che tende a interrompersi in un mercato che riprende a muoversi. Quando un incentivo sortisce l’effetto desiderato parliamo di incentivo virtuoso. Quando al contrario un incentivo accentua gli intoppi[..] segue


Nuove voci di Carla Canestrari

NUOVE VOCI DEL «DIZIONARIO DELLE TECNICHE CONVERSAZIONALI» di Carla Canestrari  Il punto della situazione Ormai da qualche tempo mi occupo di tecniche, in particolar modo degli interventi utilizzati nella situazione terapeutica dal professionista. La forte esigenza di fornire uno strumento operativo al terapeuta e il bisogno di classificare le tante tecniche apparse nella rubrica del “Dizionario delle «[..] segue


Diffusione centrifuga

Diffusione centrifuga. Def. Con il termine di diffusione centrifuga ci riferiamo a un fenomeno specifico dei gruppi di lavoro, segnatamente dei gruppi istituzionali di supervisione, caratterizzato dal fatto che, quando il relatore, ufficialmente incaricato di riferire intorno a un paziente per il quale è questione di individuare la diagnosi e la terapia (ovvero di che cosa si tratta e che cosa si può conseguentemente fare), ha termi[..] segue


Relazione di mediazione

Relazione di mediazione. Def. Con il termine di relazione di mediazione si definisce il rapporto intercorrente tra due conversanti in relazione di negoziazione tra loro, ed un terzo neutro, il mediatore appunto, che si pone l’obiettivo di agevolare, tra i primi due, uno scambio di beni di parola tale da condurli alla conclusione di un accordo che sia il più vantaggioso possibile per entrambi, nei limiti dell’interesse dell&rsqu[..] segue


Incentivi per antitesi

Incentivi per antitesi. Def. Gli incentivi per antitesi sono i lanci di parola nelle cui immagini il trader venditore manifesta una contrapposizione con le immagini dei lanci di parola del trader compratore, esprimendo al contempo una preferenza per le proprie immagini. Il paragone tra due immagini, la contrapposizione dell’una con l’altra, la preferenza di una rispetto all’altra, sono le tre caratteristiche degli incentivi per [..] segue


Incentivi per adesione

Incentivi per adesione. Def. Gli incentivi per adesione sono i lanci di parola del trader venditore nelle cui immagini il trader venditore manifesta di aderire alle immagini dei lanci di parola del trader compratore, a volte facendole proprie. Sempre nell´articolo «Tutte le strade del Mercato di Parola», di Tecniche 47, troviamo un esempio di incentivo per adesione al turno 1 della Tav. 1 quando il trader venditore dice: «[..] segue


Incentivi profetici

Incentivi profetici. Def. Gli incentivi profetici sono i lanci di parola del trader venditore alle cui immagini il trader venditore affida la descrizione di scenari futuri, ragionevoli o probabili dal suo punto di vista. Altrove li abbiamo chiamati “interventi finzionali” (cfr questa voce nel Dizionario)perché alludono a un mondo possibile preferibile o temuto alternativo a quello attuale. Si tratta di incentivi che instaurano [..] segue


Interventi di specificazione

Interventi di specificazione. Def. Con il termine di interventi di specificazione intendiamo i lanci di parola del trader venditore Conversante sulla Piazza del Mercato volti a specificare, differenziare, uno dagli altri, eventi, fatti, argomenti, dal mucchio o dall’insieme in cui il trader compratore prova a gettarli con un intervento che per contrasto potremmo chiamare di generalizzazione. Per esempio, i due traders sulla Piazza del Merca[..] segue


Interventi di diacronizzazione

Interventi di diacronizzazione. Def. Gli interventi di diacronizzazione sono incentivi verbali attraverso i quali un conversante risponde alle parole dell’interlocutore con una restituzione che ordina cronologicamente i fatti evocati. Per esempio, nell’articolo «Il pendolo dellĀ“incontinenza», a Sonia che si dice confusa circa i suoi sentimenti che oscillano tra disinteresse e desideri sessuali nei confronti del suo conviv[..] segue