ATTUALITA'


PRESENTAZIONE DI SPETTRI SUL DIVANO 4 MAGGIO VIA NIRONE 15 - DALLE 15 ALLE 18

Di che cosa parla il libro





Dalla quarta di copertina: Negli ultimi decenni il tema dell'eternità e della resurrezione dei morti sono entrati di prepotenza sulla scena della psicoanalisi e della terapia familiare: l'eternità con l'allungamento delle cure oltre i limiti dei tempi infiniti; la resurrezione con il fenomeno sempre più frequente del ritorno degli antenati fra i loro discedenti, sia nei loro sogni, sia attravero le medesime malattie del corpo che colpiscono i viventi come un tempo avevano colpito gli antenati.
La tesi del nuovo libro di Giampaolo Lai "Spettri sul divano" è che i defunti che ritornano non sono proiezioni della mente del sopravvissuto, ma presenze autonome che rivendicano attenzione e memoria. La cura non passerà attraverso sentimenti di vergogna o di colpa dei sopravvissuti, ma si costruirà sui loro atti d'amore e di misericordia dimenticati - una preghiera, un fiore, una conversazione muta - capaci di estinguere i debiti contratti e convincere gli antenati a restare in pace nell'aldilà. Il materiale della ricerca si basa sulla presentazione di conversazioni con i pazienti ma anche su richiami alla tradizione poetica e teatrale classica, da Omero a Eschilo a Seneca.

Indice semplificato

1. I sentieri degli spiriti

2. Pochi e riluttanti sono i morti che ritornano

3. Perché i morti ritornano tra i viventi. La maledizione

4. Il furore degli anime dei morti

5.Il ritorno a frotte dei morti anonimi

6. Le brecce nel corpo mortale dei viventi

7. Da dove vengono i morti che tornano tra i viventi

8. Prove di misericordia per le anime dei morti

 





Versione stampabile

Torna