ATTUALITA'


Forme spaziali e spirituali dell?’estensionismo

Seminario dell?’Accademia del 15 novembre 2014





Il prossimo seminario dell’Accademia delle tecniche conversazionali dal titolo "Forme spaziali e spirituali dell&\#39;estensionismo" si terrà, come annunciato, sabato 15 novembre 2014 negli spazi del secentesco Palazzo Cusani, dalle 16 alle 19.30.  Palazzo Cusani è la sede del Circolo di Presidio dell’Esercito Italiano che gentilmente ci ospita, con ingresso in via del Carmine, 8.

Il programma è particolarmente ricco. Interverranno, nell’ordine alfabetico, i relatori seguenti:

Maria Pia Bobbioni parlerà di Psicoanalisi della moda, l’abito e il linguaggio del corpo, dove la narrazione fantastica oscilla tra il riduzionismo dell’identità e l’estensionismo delle immagini mitiche.

Giampaolo Lai prende spunto dal racconto fantastico Carmilla, una storia gotica, di Joseph Sheridan Le Fanu, dove una fanciulla Laura è visitata da una vampira, Carmilla, per esaminare i cammini dell’estensionismo sovrannaturale e del riduzionismo psicologico.

Pierrette Lavanchy esamina il lavoro del recente Sinodo dei vescovi nel quale coesistono, scontrandosi, il riduzionismo della dottrina cattolica e l’estensionismo della sociologia.

Giorgio Maffi si muove con sapienza nella bizzarria dei racconti dei suoi pazienti, privilegiando l’apertura estensionista ai mondi possibili.

Marco Piccinelli presenta il racconto fantastico di un suo paziente, con il titolo Estensioni concentriche, nel quale convivono le visioni estensioniste di mondi possibili a porte comunicanti e il riduzionismo degli universi spazio-temporali a quattro dimensioni.

Silvia Pittini presenta una sfida estensionista, sul sentiero delle tartarughe con le quali intrattiene i suoi piccoli pazienti.

Rodolfo Sabbadini mostra il difficile equilibrio tra il riduzionismo empirico dei fatti e l’estensionismo della drammaturgia immateriale.

Chi intendesse partecipare al seminario è invitato a comunicarcelo scrivendo un e-mail all’indirizzo info@tecnicheconversazionali.it, o giampaolo.lai@fastwebnet.it, in modo da facilitare il lavoro dell’organizzazione





Versione stampabile

Torna